Tag

,

DSC_1228

Ebbene sì, ho appena letto di questa catena a premiazione (che mi domando: ma il premio, qual è?) e la Narratrice del Cuore alias Ellisteller mi ha nominata. Che devo fare? Nulla di impegnativo, solo rispondere a cinque domande per farvi sbirciare nella mia vita.

curioso

Curiosi? Eccovi le mie risposte:

1. Vi sentite più voi stessi nel reale o nel virtuale? Sono sempre me stessa, non riesco a fingere. L’unica cosa che mi manca qui nel mondo virtuale è il contatto fisico e visivo con gli altri, ma io esprimo la mia realtà in entrambi i mondi.

2. Qual è il modo più stupido in cui ti sei fatta/o male? ero una bambina e come la maggior parte delle bambine desideravo aiutare mia mamma a preparare i pasti. Un giorno mi fece sbucciare le patate, io iniziai tutta gasata finché.. Zac! Vidi una bella fettina di pelle staccarsi dal mio dito. Male? Sì, un pochino. Da allora il mio rapporto con il pelapatate è controverso. Sbuccio volentieri le carote, ma con le patate… Ho qualche tragica rievocazione.

3. A che età hai imparato ad usare la lavatrice? E anche tu confondi “lavatrice” con “lavastoviglie” o sono solo io? All’età di 23 anni ho lasciato il nido, per poi scoprire che i panni non si lavavano da soli, quindi sono stata costretta ad imparare l’uso di quella macchina con l’oblò. Dopo aver comprato la mia prima lavatrice di cui ignoravo l’uso di qualsiasi bottone e come si aprisse, ora sono diventata una super esperta e mi destreggio abilmente fra i diversi programmi. Ehm, sì li confondo se intendi a parole, perché non sono mai arrivata al punto di far fare la centrifuga a piatti e bicchieri, per fortuna.

4. Descrivici il tuo comfort food per eccellenza, ossia, per la rubrica “Speak as you eat”, cosa mangi per tirarti su di morale? Sono gradite ricette (livello di difficoltà non superiore alle due stelline, o cucchiai, o mestoli, grazie).                  C I O C C O L A T O. Se per qualche giorno non lo mangio potrei fare pazzie, lo divoro in tutti i modi: tavolette, biscotti al cioccolato, dolci, torte. Se ho dimenticato di comprarlo e in casa ne sono sprovvista (ahimè è successo proprio ieri) inizio a sentirne l’esigenza in maniera smodata. Il mio preferito è quello fondente.

5. Il sogno più interessante che tu abbia mai fatto? Spesso mi è capitato, sin da piccolina, di sognare fatti che poi accadevano realmente. A volte sogno cose non felici e spero sempre non accadano mai, ma chi lo sa. Il più interessante è sicuramente quello in cui ho sognato di volare. L’ho fatto tre volte questo sogno, a distanza di tempo. La sensazione che si prova è di leggerezza assoluta e di facilità nel prendere il volo e leggiadra spostarmi in posti che realmente conosco.

Ringrazio l’autrice di Amorissimibog per la nomination, ed ora, l’attesissimo momento in cui scoprirete se siete stati nominati. Per partecipare dovrete inserire quell’immagine del gatto nel post, e rispondere a cinque domande tra quelle che trovate qui, a vostra volta dovrete nominare cinque persone. Have fun!

Esseremammaoggi: Dennis è arrivato nella tua vita, siamo felicissimi. Ma ci manchi. Ecco uno spunto per un post veloce 😉

Mammagirovaga: I tuoi racconti sono sempre interessanti e super dettagliati, adesso dicci qualcosa in più di te. (Le sue risposte le potete leggere Qui)

MartinaMaterfamilias: Con la tua vena divertente aspettiamo le tue risposte per spiarti un po’. (Le sue risposte le potete leggere Qui)

LuciaMaLaNotteNo: In dolce attesa ti rubo qualche minuto per partecipare a questo divertente gioco, siamo curiosi.

Ominouovo: Tutti noi abbiamo bisogno di un ominuovo e W Poldino 🙂 Aspettiamo le tue ominouovizzate risposte. (Le sue risposte le potete leggere Qui)

A presto, momfrancesca.

Annunci