Tag

, , , ,

sorridi-è-gratisIn super ritardo, il terzo appuntamento con #achristmasproject di Amichemamme, il fantastico circo natalizio che durerà tutto il mese di Dicembre. Non è emozionante? Il bello, tra le altre cose, è che potete aderire anche Voi, trovate tutte le regole per partecipare qui.


Manca meno di una settimana a Natale e, come tutti gli anni, più si avvicina la data e più si corre per acquistare gli ultimi regali. È un po’ così per tutti, ma di peggio c’è che non si sa mai cosa regalare agli amici, ai parenti, ai figli degli amici e dei parenti. Nel frattempo leggo una moltitudine di post che titolano qualcosa come “10 idee regalo per…” oppure “I migliori regali da fare ai colleghi” o ancora “Natale 2014 e i regali di tendenza” cose così insomma. Nulla da dire ai suddetti post, ci mancherebbe altro. Anzi, credo che chi è disperato ci trovi pure qualche consiglio utile, poi sono anche simpatiche da leggere tutte quelle liste.

Io non voglio propinarvi nessun elenco comprendente giocattoli – per la maggior parte inutili perché tutti ne abbiamo le case piene – o il modello di smartphone che deve uscire l’anno prossimo, o ancora altre ciarabattole dalla dubbia necessità.

Quest’anno mi è venuta voglia di dire la mia, quindi ecco i miei personalissimi consigli per degli insuperabili regali di Natale.

Regali per i Vostri figli
Tempo. Vi interrogate mai sulla quantità, ma soprattutto sulla qualità, del tempo che passate coi bambini? E per tempo non intendo il tragitto in auto per andare a scuola o alle attività extra scolastiche, non è incluso nemmeno il co-sleeping. Lasciate da parte qualche faccenda non indispensabile e fate un lavoretto insieme a Vostro figlio, che ve lo chiede dal Natale scorso. “Ma io sono una frana, non so nemmeno incollare un cartoncino” Balle! Tutti noi abbiamo abilità manuali minime, che ci permettono di andare sul web, cercare un’immagine natalizia da colorare, fare clic sulla scritta stampa et voilà, ecco pronto il lavoretto da fare. E poi, non ho mai sentito che al MOMA espongano lavoretti di “genitori e figli”, quindi il risultato sarà perfetto. Munitevi di pennarelli, pastelli, pastelli a cera, ad olio, o qualsivoglia strumento per colorare, bambini e tempo. A breve giro avrete dei fantastici capolavori da appendere creativamente come addobbi.

Insegnamenti. Non credo molto al buon esempio per insegnare ai Vostri cuccioli determinati comportamenti, piuttosto prendeteVi degli spazi morti – come viaggi in auto o sui mezzi, attesa dal dottore – per insegnare qualcosa a loro. Che cosa? Qualsiasi cosa vi venga in mente, dalle equazioni a Shakespeare. Ok, tutto dipende dalla loro età, dalle vostre conoscenze e da altri fattori, ma non fatevi frenare in nulla: raccontate e fate in modo che si appassionino, a tutto quanto ci sia di bello nella Vostra vita.

Pazienza. Quella a volte manca, i ritmi che la società ci impone sono oltre il frenetico, talvolta pretendiamo che piccoli umani si vestano e facciano colazione in 7 primi e 12 secondi, perché poi l’autobus passa e noi non faremo in tempo a portarli a scuola e di conseguenza arriveremo tardi al lavoro. Ma ci dimentichiamo che sono bambini, come tali devono vivere. Dobbiamo insegnare loro come organizzarsi per tempo ed uscire puntuali, però non è possibile strillare ogni mattina perché “non ascoltano” o perché “ci mette troppo tempo”. Una buona dose di pazienza serve sempre, loro saranno meno stressati e più positivi.

Regali per adulti
Amore. Quello vero, con la A maiuscola. Sempre più coppie finiscono la loro convivenza in tribunale, che magari un po’ d’Amore in più avrebbe evitato. L’Amore comprende fiducia e rispetto, comprende stima e affetto, l’Amore è fatto di quotidianità e di lunghi anni insieme, è fatto di liti ma che finiscono con la pace. È fatto di figli, ma anche di coppia. È fatto di Famiglia, feste, di mediazione e di accettazione del prossimo, di sopportazione e di gioia. Talvolta diamo per scontato chi abbiamo accanto, finendo per trascurarlo con l’epilogo succitato.

Educazione. Regaliamola, e usiamola se ne siamo dotati. Sempre più volte rimango sconcertata dalla maleducazione che dilaga, ed é un fenomeno trasversale che non conosce età. Ieri ho fatto attraversare un ragazzino, otto anni circa, pensando “oh cucciolo”, appena ha iniziato a camminare ha assunto un atteggiamento da bulletto, senza ovviamente ringraziarmi che l’ho fatto passare. Per dire. Arrivando alla vecchietta, che trovi in coda al super, che tu sei coi bambini, una spesa spaziale, e lei con una baguette e due fette di cotto che ti spintona prima che tu possa realizzare il pensiero di farla passare. Lei è già passata davanti e, ma cosa lo dico a fare, mica ha ringraziato. Quindi regaliamola, ed insegnamola ai nostri figli, l’educazione.

Sorriso. “Sorridi, è gratis” lessi tempo fa. È la verità, sorridere non costa nulla e fa bene alla salute. Se regaliamo un sorriso alla commessa che ci vende il pane, se regaliamo un sorriso al vicino un po’ scorbutico, se regaliamo sorrisi ai nostri cari renderemo felici gli altri e poco dopo saremo più contenti anche noi. Ci avete mai provato? Regalare un sorriso non costa nulla, ma ci farà apparire più piacevoli, ci farà ottenere un trattamento di cortesia, ci farà ricordare. Il bello è che il sorriso è contagioso, per cui: sorridi!

Certo, questa lista non è molto natalizia, ma può valere tutto l’anno. Il lato positivo è che parte di questi regali possono anche essere riciclati, usanza che di solito non è ben vista, in questo caso farete un figurone!


Per chiudere, in tutto questo regalare… Perché non mettersi all’opera e confezionare biscottini tradizionali da donare? Qui, a casa di Pepsita, ecco dei fantastici alberelli… Brava! Che io non sono ancora riuscita a fare, accipicchia.

Che aspettate? Partecipate anche Voi a questo natalizioso progetto, qui trovate tutti i post che partecipano.

achristmasproject

A presto, momfrancesca.

Annunci