Tag

, , , , ,

primo-post-2015Riprendere la routine quotidiana non è stato facile, alzarmi destata dalla sveglia è una pratica che non sopporto. Uscire nel freddo polare normale di gennaio mi infastidisce, io non sono per le escursioni termiche estreme: infatti non mi piace il gran freddo ma nemmeno il caldo afoso. Io e Principessa che usciamo, Principe che piange disperato perché non lo portiamo. Lui non lo sa, ma da lunedì le cose cambieranno, e allora mi pregherà di essere lasciato in pace; questo perché da settimana prossima saremo a casa da soli,senza Amoremio.

Leggo tutti i giorni i Vostri post, quando ho tempo e qualcosa mi colpisce è piacevole commentare; all’interno di queste nuove giornate del 2015, però, non avevo ancora trovato sufficiente tempo per scrivere un post. Sinceramente, non ho nemmeno ben chiaro quel che vorrei scrivere, ed infatti oggi è uscito questo post miscellaneous, che poco è in tema col mio blog.
L’inverno mi rende pigra, ok lo sono anche d’estate, ma nella stagione fredda la mia condizione, tra l’altro congenita, peggiora. Mi faccio di integratore, che dispettoso mi fa venire i crampi, quindi lo prendo a giorni alterni. La settimana scorsa, in farmacia, comprando il suddetto integratore, prendo una rivista di quelle gratuite piene di pubblicità, perché ai miei bimbi piace sfogliare tutto. Però, prima di darla a loro, me la sfoglio e capito su un articolo che parla di come, anche l’uomo, nella stagione invernale cada in una sorta di letargia e sia svogliato, stanco, spossato. Evviva, quindi non sono solo io! Quale giustificazione migliore, per far fare tutto agli altri? Ma così non va, così non è carino, ed infatti ieri ho cucinato una teglia di lasagne, zucchine, finocchi e la peperonata per congelare il tutto, mi serviranno quando sarò disperata e non avrò voglia di cucinare. Come volevasi dimostrare, alle 21:00 i bimbi erano a letto, alle 21:05 ci sarei voluta andare anche io…

Ho appreso quanto successo in Francia in questi giorni, è già stato detto tutto quindi vorrei aggiungere la mia visione personale, dopo aver espresso profondo dispiacere e cordoglio. Riflettevo sul significato di terrorismo, il sito treccani.it scrive, alla sua voce: “L’uso di violenza illegittima, finalizzata a incutere terrore nei membri di una collettività organizzata e a destabilizzarne o restaurarne l’ordine, mediante azioni quali attentati, rapimenti, dirottamenti di aerei e simili.”
Mi ha colpita “finalizzata a incutere timore”, mi lascia pensierosa perché, durante e dopo questi fatti le tv e le radio di tutto il mondo hanno gareggiato a chi dice prima più fatti nuovi, veritieri o meno non importa, a chi ha più dovizia di particolari, a chi diffonde per primo i nomi e i volti dei cattivi. Ma non solo nome e volti, ma anche data di nascita, paese d’origine, paese di crescita, vita morte e miracoli. Come se fossero importanti, persone di cui è necessario sapere tutto. Però non ho sentito altri nomi, certo conosciamo quelli morti alla redazione del Charlie, perché sono noti, ma gli altri? La poliziotta, quelli al supermercato? Non capisco, si dà estrema importanza a chi uccide, e non si sentono i nomi di chi è morto, senza un vero perché. Ma così si sta facendo il loro gioco. Oltre ad aver perseguito il loro obiettivo, cioè uccidere gente che lavorava al giornale da loro considerato blasfemo, creano terrore tra la gente. Ma non solo a Parigi, un po’ dappertutto. Mi chiedo quindi se sia giusto dedicargli tanta attenzione mediatica, se sia corretto parlar di loro come se fosse un film malato, in cui si segue minuto per minuto quel che succede. Avrei preferito sentire la notizia al telegiornale, e poi stop. Silenzio. Non per menefreghismo, ma per non dare importanza a gente che fa del terrorismo, anche psicologico, una delle loro armi. Prima di morire avranno sicuramente gongolato nel sapere di aver mobilitato migliaia di forze armate del loro paese, di aver creato panico e vero e proprio terrore.

Ok, finito post random, ora torno alla mia routine ché i miei bambini stanno fantasticamente suonando delle trombette fastidiose, trovate nei giornaletti, intelligentemente donategli dalla nonna… Felice Week End.

A presto, momfrancesca.

Annunci