Tag

, ,

Buongioro a tutti, miei cari lettori.

Oggi, con estremo piacere, Vi posto il mio personale alfabeto, incentrato sui miei adorati figli, con la prima parola che mi veniva in mente per ogni lettera.

Spero Vi piacerà leggerlo, per conoscerci un po’ meglio. Altrettanto, mi piacerebbe che TU, sì proprio tu che leggi, partecipassi con il tuo alfabeto. Poi, postalo nei commenti, sarò felice di leggerlo.

A come Amore. L’amore che provo per i miei figli, naturale e smisurato. Vero e unico. Anche se a volte li strozzerei.

B come Baci. Tanti baci, quelli mi piace dare e che mi piace ricevere. Destinatari e mittenti sono i miei bimbi e Amoremio.

C come Colori. I miei tesori mi fanno vedere sempre la vita a colori, anche se qualcosa non va per il verso giusto.

D come Divertirsi. Lo faccio spesso con loro, piuttosto rinuncio a qualche faccenda per inventare giochi o per ridere con i miei bimbi.

E come Educare. Quanto è difficile questo compito? Credo il più complicato, ma ogni giorno ci si prova.

F come Francesca. Sì, dai, un po’ di egocentrismo. Mi do al 100%, per questo voglio prendermi qualche merito. E forse, dovrei prendermi qualche spazio in più.

G come Gelato. Qui lo adoriamo in tre, particolare attrazione verso il gusto cioccolato. D’estate è un must.

H come Hey. Lo diciamo spesso, alla Fonzie col pollice alzato, quando qualcosa ci piace o per esprimere gratitudine.

I come Inglese. Sono quasi fissata, ritengo che per i miei bimbi sia veramente importante. Via libera a cartoni in inglese, giochini e anche dialoghi. In english, of course.

L come Leggere. Ho sempre adorato i libri, ultimamente non posso leggerne molti. Però provo a trasmettere la passione ai miei figli.

M come Mamma. Mamma! Mamma! Mammaaaaa! È la parola più inflazionata in casa nostra, ma credo non sia un caso isolato, non è vero? Mi fa sentire importante quando mi chiamano.

N come Nanna. Oh, quanto adoro questo momento. Ognuno nel proprio letto, e dritti fino al mattino. Anche se, ultimamente, c’è qualcosa che non va.

O come Ordine. Ci tengo a tenere ordinato, cerco di insegnare loro ma… La nostra casa è sempre un po’ sottosopra.

P come Papà. Questa figura che per poche ore compare la sera, e resta due giorni interi la settimana con noi, è gettonatissima dai bimbi.

Q come Qualità. Per l’abbigliamento, per le calzature ma soprattutto per i giocattoli dei figli, pretendo che la qualità sia altissima. Anche il cibo rientra in questa selezione.

R come Ridere. Ho sempre riso tanto nella vita, da quando ho i miei due nanetti rido ancora di più. Ridiamo anche solo guardandoci, e trovo che sia bellissimo.

S come Sicurezza. Qui sono irremovibile: seggiolini in auto, attenzione a giocattoli piccoli, spigoli, oggetti contundenti e simili; tendenzialmente faccio sparire, ma insegno anche a non toccare.

T come Tavolo. Al tavolo ci si riunisce tutti, quando possibile, per la cena. Sul tavolo si può colorare, scrivere, guardare libri, fare alcuni giochi, usare le carte; stare insieme.

U come Unici. Principessa e Principe si assomigliano molto, di viso, ma sono così diversi, quasi opposti. Questo mi fa ricordare la bellezza di essere delle persone uniche, ed è importante accettare e rispettare le caratteristiche di ognuno.

V come Vittoria. Un puzzle che si incastra, la pipì nel water, frasi intere scritte, andare in bici senza rotelle… Ognuna di queste vostre tappe è per tutti noi una vittoria.

Z come Zanzare. Maledette, piccole insette (si può dire insette?) che in estate divorate i miei cuccioli, brutte!

Aspetto il Vostro personalissimo alfabeto, ispirato a qualsivoglia tema.

(Chiedo scusa per eventuali errori e visualizzazioni errate, ho pubblicato tramite l’app.)
A presto, momfrancesca.

Annunci