Tag

, , ,

concorso-blog-momfrancesca

Buon pomeriggio. Terzo giorno di pubblicazioni delle risposte che mi sono arrivate da chi ha deciso di partecipare al mio concorso per il 1° compleanno del blog. Come sapete, i post sono pubblicati nell’ordine in cui li ho ricevuti e sono accompagnati da un numero, che vedete nel titolo. Quel numero è quello assegnato alla blogger nominata nel post per partecipare all’estrazione del premio finale, che Vi ricordo essere un buono regalo Amazon del valore di 20€.


#5 – Serena del blog “Mamma dal primo sguardo

Mamma di una bimba, più una nella pancia. Serena si presenta così “blogger per passione, pendolare per amore, mamma dal primo sguardo. Classe 1978, borgomanerese di nascita, laureata in lingue, impiegata in una ditta locale, conosco il mio fidanzato Giacomo, fiorentino, durante una meravigliosa vacanza a Formentera; dopo poco arriva lei, la nostra Lavinia e tutto cambia. Attualmente viviamo un po’ qui e un po’ lì, senza fissa dimora come ironicamente dico, in realtà ci dividiamo tra la casa a Borgo e quella a Firenze, per esigenze lavorative. La domanda che odio di più è: ma cosa pensi di fare? Non lo so, viviamo alla giornata, inutile programmare quando poi la vita ti stravolge tutto. Per ora va bene così, siamo pendolari per amore e questo ci piace. Poi vedremo. Tutto fa esperienza anche questo. Intanto abbiamo una bambina che sta ovunque senza problemi. E per noi è già un valore aggiunto. E un’altra piccola pendolare attesa per Settembre. Poi aspettiamo di vincere il superenalotto e di svoltare…:-D. Perché un blog? Perché, nonostante io sia una persona abbastanza riservata, mi piace condividere con le altre persone le mie esperienze. Soprattutto quando possono aiutare. Spesso in rete si cerca e si trova di tutto. Il più delle volte si chiude internet più angosciate di quando si è aperto il pc cercando delle risposte. Io spero invece di portare una boccata di speranza e di leggerezza, in un mondo di mamme perfette, che poi di perfetto hanno ben poco.”

Ecco le sue risposte.

Ciao e benvenuta al primo compleanno del mio blog.

1) Anche se ti conosciamo già, riesci a descriverti usando solo tre parole?

Valgono gli hashtag? #mammadalprimosguardo, #sonounocaemenevanto #vitadapendolare Il primo, che poi è il nome del mio blog, nasce dal fatto che mi sono sentita mamma la prima volta che ho guardato mia figlia negli occhi. Da quel giorno la mia vita è cambiata e nulla sarà più lo stesso. Vivevo una bella vita, ma l’arrivo di mia figlia l’ha sicuramente completata. Con tutte le ansie, le paure che diventare mamma ed essere mamma comporta. Ma non tornerei indietro per niente al mondo. #sonounocaemenevanto è nato un po’ per scherzo. Chi mi conosce e mi vuole bene, sa che sono una persona ironica ed autoironica. Sdrammatizzo più che posso. E rido. Quindi spesso faccio battute anche solo per spezzare la seriosità di certi momenti. E le mie amiche mi hanno spesso dato dell’oca per questo. Oca che non è assolutamente un termine offensivo, non nella nostra accezione. Anche perché sono laureata, mi mantengo da quando ho vent’anni, insomma un po’ di sale in zucca ce l’ho. Però mi piace questa linea di leggerezza e di ilarità che la parola oca comporta. Così mi sono autoproclamata #lareginadelleoche e me ne vanto. Fiera di saper ridere e di far ridere in un momento così pesante come quello che la nostra società sta vivendo. Infine #vitadapendolari, perché Io e Giacomo ancora non abbiamo una base fissa. Abbiamo più case, tanti sogni, ma poche certezze. Per esempio l’anno di maternità di Lavinia l’abbiamo trascorso a Firenze. Con Ludovica invece staremo più a Borgo…insomma, sempre con la valigia pronta e una prenotazione sull’alta velocità.

2) Qual è il tuo sogno nel cassetto, che speri di tirare fuori presto?

Vorrei essere felice. Non importa come, ma felice. Lo sono già, ma ho sempre un po’ di paura di perdere tutto. Spero non accada mai. A volte ho la sensazione di avere troppo , di essere troppo fortunata e che questa fortuna sia destinata a svanire. Poi però rinsavisco e dico che al mondo c’è gente molto più fortunata di me e che quindi non sto rubando niente a nessuno. E che devo godermi quello che ho, fino in fondo.

3) In esclusiva per Momfrancesca, puoi svelarci un tuo segreto o una tua particolarità che ancora non sappiamo?

Sono talmente logorroica quando scrivo sul blog che poche cose non si sanno di me. Posso dirti che quando avevo 4 anni ho ucciso involontariamente un pulcino e che ancora adesso mi sento in colpa. O che quando avevo 7 anni eravamo al cinema con la scuola a vedere La storia Infinita e sulla scena in cui Artax, il cavallo di Atreyu della Storia infinita muore annegato nella palude della tristezza io urlo come una pazza: salvate quel cavallo. Da sempre amo gli animali. E non posso vedere film o cartoni animati in cui gli animali soffrono o muoiono. Forse perché so cosa vuol dire perdere la tua migliore amica dopo tanti anni di “onorato servizio”. Con Lavinia adesso è diventato impossibile salvarmi dal guardare certe scene. Io per 33 anni ero riuscita a non guardare mai il Re Leone, cosciente del fatto che il papà di Simba muore subito, a inizio film. Quando lei ha scoperto il film è riuscita a farmelo vedere anche 20 volte al mese. Spostando con il suo ditino dolce la scena sempre su quel momento…come a farlo apposta…


Grazie alla simpatica Serena per aver risposto alle mie domande.

Se anche tu vuoi partecipare, leggi questo post.

A presto, Francesca.

Annunci