Tag

, , , , ,

fiore-buon-compleannoSe ci fossimo impegnati non ci saremmo riusciti allo stesso modo. Come molti di Voi avranno letto, ieri è stato il mio compleanno, precisamente il ventottesimo. Oggi è un altro genetliaco, quello di Amoremio. Proprio così, ci siamo conosciuti nel 2009, nel mese di luglio, e poco tempo dopo inizio festosa a parlargli facendo sapere che il mio compleanno si avvicina, lui mi chiede <<quando?>> io rispondo, felice, <<il quindici agosto, tu?>> mi sento rispondere <<io il sedici.>>, <<no dai, non scherzare!>>.

Tra tutte le persone, ho trovato un compagno di vita che compie gli anni il giorno dopo di me. Ai più, potrebbe non importare se il fidanzato/a festeggia il compleanno il giorno seguente, eppure io sono una che guarda queste inezie. Mi diverto, mi piacciono perché le trovo simpatiche coincidenze, casi della vita. Non indifferente però, la questione del segno zodiacale: Leone ascendente Leone lui, Leone ascendente Bilancia io, tanti auguri quando ci sono decisioni da prendere o normali discussioni.

Stiamo insieme da sei anni, tanti? Pochi? Non ne ho idea, quel che so è che son stati intensi. Abbiamo già due figli, la prima ha quasi cinque anni e il secondo ne ha due e mezzo. Abbiamo deciso di fermarci qui, fare figli mette a dura prova il fisico, il sonno, l’organizzazione familiare, i nervi. Regala tante gioie ma, per prima io, ho scelto che la vita in quattro è ok. Ad essere sincera ho dei post in bozze proprio in merito a questa decisione, e credo che presto ci rimetterò mano, in questo modo avrò la possibilità di confrontarmi con Voi.

Fare i compleanni insieme ha dei vantaggi: si fa una festa unica per entrambi, quindi preparativi dimezzati; non ci si può scordare del compleanno del partner, evitando spiacevoli imbarazzi; visto il periodo di agosto, è sempre un periodo di festa e non si lavora. Il lato divertente è la mezzanotte a cavallo tra il giorno quindici e il sedici, quando c’è il passaggio di compleanno.

Dettagli da non guardare mai? Gli anni di nascita, ché nel mezzo ne intercorrono un bel po’, di anni.


In questi giorni sono molto rilassata e anche il mio cervello lo è. Sono sempre irrequieta e alla ricerca di modi per mettere a punto le idee che lo intasano, infruttuosamente. Come ho scritto qui sopra, ho diversi post in bozze e stanno lì, magari anche da mesi, e non riesco a finirli, non sono mai come voglio io. Mi auguro che a settembre io riesca ad essere più concentrata e di conseguenza a scrivere di più e meglio.

Rinnovo gli auguri al mio adorato Amoremio, e me li faccio da sola, in ritardo.

A presto, Francesca.

P.S. La foto è del messaggio di auguri che ho ricevuto ieri mattina, da Amoremio. La mia sorpresa nella risposta è dovuta al fatto che, spesso, la sua idea di romanticismo è pari a quella che può avere un palo della luce. Il fiore è un Hibiscus, regalatomi da lui alla mia prima festa della mamma. Ah, stamane gli ho mandato un messaggio simile, fotogrando però un altro fiore, della stessa pianta, sbocciato stamattina.

Annunci