Tag

, , , , , ,

messaggio_d_amore_amoremio

Il papà dei miei figli non è certo il tipo di uomo carino e coccoloso che sognavo a 17 anni, quello che ogni tanto vorrei avere anche ora, che di anni ne ho 28. È più di grande di me, decisamente più grande, ed è una persona che non si perde tanto in smancerie, è concreto. Certamente un po’ mi dispiace, ma ha un’infinità di altri lati positivi che gli permettono di farsi perdonare questa mancanza; inoltre, non tutti adorano le coccole e immagino non sia l’unico uomo al mondo a cui non piacciono.

Amoremio non è proprio un orso al 100%, ci sono delle occasioni in cui esce il suo lato più sdolcinato, che Vi assicuro esserci, nascosto da qualche parte e tenuto a freno. In occasione della nascita di entrambi i nostri figli, mi mandò messaggi tenerissimi, per farmi sentire una donna importante e per apprezzarmi in tutto quello che avevo fatto. Spiegavo che il parto è un evento naturale, che di mio ci avevo messo ben poco; che il cesareo è un’operazione chirurgica e non avevo fatto granché; eppure nulla lo fece desistere. Ci sono dei giorni, lontani da feste e ricorrenze, nei quali mi manda e-mail o messaggi d’amore; così, all’improvviso. Ci siamo assestati come coppia in questo modo, senza badare troppo agli anniversari né Natale e feste varie, ci ricordiamo l’amore reciproco quando vogliamo e sinceramente, senza bisogno che sia ad esempio San Valentino, giorno in cui non sentiamo la necessità di fare niente di particolare.

Poi ci sono i figli, i nostri due bambini che ogni giorno mi mettono di fronte a una prova diversa, che crescono e mi diventano emancipati sempre più; anche se stanno crescendo sono comunque due piccoli esseri umani che come tali hanno bisogno di insegnamenti e paletti. Sentono ancora la necessità di essere guidati, hanno bisogno di trovare il faro nella notte e di sapere che il porto sicuro è sempre lì, nello stesso posto, fra le braccia di Mamma. Ogni giorno proviamo ad inventarci qualcosa di diverso, mi impegno veramente per cercare di dar loro stimoli variegati, che li possano preparare al mondo del domani, che sicuramente sarà meno roseo di quello attuale.

Cerco di fargli vivere esperienze diverse,li porto alle feste e al parco giochi, andiamo ai grandi parchi tematici e passeggiamo sotto casa. Li faccio incontrare con altri bambini per socializzare e li lascio in giardino per ore a giocare da soli; mi siedo per costruire fatine e mostri con i cartoncini e accendo la televisione per fargli vedere i cartoni animati. Gli insegno l’inglese, propongo TV e libri in lingua straniera e cerco sempre di renderli curiosi di scoprire come si chiama qualcosa in italiano, di cui anche io ignoro il nome. Conoscete le primule? Ne ho il giardino pieno. Conoscete le primule odorose? Bene, le ho in giardino anche quelle, ma fino a qualche giorno fa ne ignoravo esistenza e nome. Ecco a cosa servono i bambini: a farti regalare un fiore, farti porre la domanda <<come si chiama?>>, alla quale rispondere <<non lo so. Dai, cerchiamolo su internet>>, scoprendo il nome nuovo.

Allo stesso tempo, sono perfettamente a conoscenza che per i bambini è sbagliato avere programmata tutta la giornata, quindi non mi vergogno a dire che a volte se ne stanno stravaccati sul divano, senza fare niente, guardando magari il soffitto o abbracciati a un giocattolo. Accade questo a Principe quando è in un momento di stanchezza, quindi si riposa ricaricando le pile; oppure quando Principessa si annoia, se ne sta lì, magari lamentandosi. Io non le dico niente, la lascio annoiare e quando ne ha abbastanza, mette in moto la fantasia e si inventa qualcosa da fare.

Ho approfondito la parte del messaggio relativa ai bambini perché sono state le parole che mi hanno colpita e allo stesso tempo soddisfatta di più: con tutto quello che faccio per i miei adorati bimbi, ecco una bella e sincera frase di riconoscimento, che non guasta mai. Il mio riconoscimento più grande però, sarà vedere loro due, adulti e realizzati, appagati dalla vita che condurranno, un pochino anche grazie a me.

E a Voi, quali messaggi d’Amore improvvisi arrivano? O quali mandate? Ora sono molto curiosa, postateli oppure raccontatemeli.

 

Francesca.

Annunci